L’eiaculazione precoce rappresenta uno dei disturbi sessuali maschili più comuni e si definisce come il presentarsi persistente o ricorrente di eiaculazione in seguito a stimolazione sessuale anche minima, oppure prima, durante o poco dopo la penetrazione; comunque prima di quando il soggetto desidererebbe.

Considerando l’estrema variabilità della sfera sessuale, ancora oggi,è difficile stabilire dei criteri oggettivi per la diagnosi. Tuttavia vengono distinti i seguenti sottotipi del disturbo, a seconda delle caratteristiche che esso presenta:

L’eiaculazione precoce, come tutti i disturbi sessuali, è spesso accompagnata da vergogna, timore, umiliazione, inadeguatezza, con conseguenze dolorose che possono riflettersi sul partner e sulla coppia stessa.

Questa caratteristica la rende particolarmente adatta alla terapia cognitivo-comportamentale.

Il trattamento prevede  un lavoro di valutazione e ristrutturazione dei pensieri disfunzionali e delle credenze associate alla sessualità e all’eiaculazione, al fine di modulare e gestire le emozioni negative.

Dal punto di vista comportamentale vengono utilizzate una serie di tecniche vòlte all’acquisizione del controllo volontario dell’eiaculazione, tra cui gli esercizi di Kegel, la tecnica dello stop and start e lo squeeze pausa, da utilizzare da soli o in coppia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.